USA-Cina Cyberwarfare

Relazione annuale al congresso (USA), gli sviluppi militari e di sicurezza che interessano la Repubblica popolare della Cina nel 2012

Ogni anno viene pubblicato il rapporto concernente le ralazioni USA-Cina. Il rapporto è pubblicato sia in versione pubblico, sia in versione riservata. Il rapporto 2012 conferma la modernizzazione delle forze armate cinesi.

Globalsecurity presenta il rapporto con una breve sintesi:

La Repubblica Popolare Cinese (RPC) sta portando avanti un ampio programma di modernizzazione militare a lungo termine a lungo termine pensato al miglioramento delle capacità delle proprie forze armate per combattere e vincere „guerre locali in condizioni di informatizzazione“, o ad alta intensità, centrata sulle informazioni regionali operazioni militari di breve durata. I leader cinesi concepiscono l’ammodernamento delle forze armate come componente essenziale della loro strategia per trarre vantaggio da ciò che percepiscono come una „finestra di opportunità strategica“ per promuovere lo sviluppo nazionale cinese durante i primi due decenni del 21 ° secolo.

In questo spazio di tempo, i leader cinesi si stanno prodigando per favorire un ambiente strategico positivo per ottenere libertà per concentrarsi sulla crescita economica e lo sviluppo. Allo stesso tempo, i leader cinesi cercano di mantenere la pace e la stabilità lungo la periferia del loro paese, espandere la loro influenza diplomatica per facilitare l’accesso ai mercati, dei capitali e delle risorse, ed evitare il confronto diretto con gli Stati Uniti e altri paesi. La strategia ha portato ad un ampliamento della presenza della Cina nelle regioni di tutto il mondo, creando interessi economici e diplomatici nuovi e in espansione.

A fronte di questi fattori, la Cina ha assunto nuovi ruoli e responsabilità nella comunità internazionale. La modernizzazione militare della Cina sopratutto concentratosi negli investimenti ad aumentare la capacità militari, consentono a quest’ultima di condurre nel breve futuro una vasta gamma di missioni anche all’esterno dei propri confini.

Proprio mentre il l’esercito sta affrontando questa serie crescente di missioni, la preparazione per gli imprevisti nello stretto di Taiwan rimane il focus principale e il perno di gran parte degli investimenti militare della Cina. In questo contesto, nel corso dell’anno passato, il l’esercito popolare cinese ha continuato a sviluppare le capacità e lo sviluppo della dottrina per scoraggiare Taiwan dal dichiarare l’indipendenza. Questa dottrina, secondo le intenzioni cinesi, dovrebbe anche rendere più attenti gli USA in caso di conflitto armato. Globalsecurity continua poi nel descrivere il tipo di investimenti, dai missili di crociera alle portaaerei e anche alla capacità cyberspazio. Insomma un miglioramento a tutto campo.

Durante il vertice di gennaio 2011, il presidente Barack Obama e il presidente cinese Hu Jintao si sono impegnati a lavorare insieme per costruire un partenariato di cooperazione basata sul rispetto reciproco e il bene reciproco. Ritengo che il rinnovamento che stiamo vedendo dell’esercito cinese sia una costante naturale. Come potenza emergente, anche le capacità militari devono essere adeguate. Questo non vuol dire che questo ammodernamento debba essere percepito come una nuova minaccia. Il partenariato USA-Cina può essere un segnale volto ad una migliore collaborazione. Allo stadio attuale sia la Cina, sia gli USA hanno bisogno di collaborare. Questa collaborazione, o i risultati di questa collaborazione sono ancora troppo nebulosi. Il prossimo futuro ci dirà di più se, con o senza questo binomio, assisteremo a nuove minaccie o a nuove prospettive di pace e tranquillità nel mondo globale di oggi e di domani.

Advertisements
%d Bloggern gefällt das: