Analisi della battaglia – metodologia

Nel mondo della leadership – della condotta, le esperienze effettuate sono uno dei più grandi tesori per progredire e migliorare. Al termine di un’azione, di un’operazione, di un esercizio o semplicemente di un’attività è importante poter trarre i dovuti insegnamenti e le relative conseguenze. Si tratta semplicemente di ripercorrere passo dopo passo attività dopo attività, un’azione vissuta. Uno strumento valevole sia in ambito civile sia in ambito militare è – dall’inglese – After Action Review (AAR). Il focus di queste righe vertono però sulla metodologia da utilizzare per analizzare delle battaglie, campagne od operazioni. Bene inteso che questo metodo è applicabile anche nel settore civile.

L’obiettivo di questa metodologia di analisi è quello di poter giungere ad identificare le cosiddette lessons learned. Per arrivare però a questo livello, dobbiamo innanzitutto analizzare due contesti. Il primo il è il contesto storico, mentre il secondo è quello strategico-operativo-tattico (vedi schema).

Nella prima fase si tratta di studiare per mezzo di libri, resoconti, fatti una determinata operazione. Ai fini del risultato è importante capire il contesto nel quale si è svolta una battaglia. Nella seconda parte bisogna analizzare e capire la strategia, il teatro delle operazioni e per finire i principi tattici utilizzati. L’interrelazione fra i due ambienti permetterà in seguito di identificare le già menzionate lessons learned.

Procedendo metodicamente possiamo così in una prima fase studiare il caso con l’ausilio di libri ed informazioni, in una seconda fase recarsi sul luogo dove sono avvenuti gli avvenimenti e solo nella terza fase integrare le lezioni nel processo di miglioramento.

Advertisements

Ein Kommentar zu “Analisi della battaglia – metodologia

  1. Pingback: Piccolo prontuario del nemico della condotta | Opinione 67

%d Bloggern gefällt das: