Auto-bomba

Moderna, flessibile, camaleontica, non costosa, efficace

Si parla spesso di minacce nucleari, di minacce chimiche e biologiche. Ma come spesso accade non sempre è il riflesso di quanto accade sul campo. Una minaccia reale, economica, difficilemtente rintracciabile anche dai più sofisticati sistemi elettronici è l’auto-bomba. Questa micidiale arma, diremmo quasi camaleontica la si può programmare a piacimento; colore, forma, quantità di esplosivo, tipo di esplosivo. Facilmente la si può piazzare in qualunque luogo. Può servire come avvertimento, ma senza esplodere, come mezzo esplosivo, ma senza provocare vittime o come arma per colpire una parte della società molto sensibile; l’opinione pubblica. In ogni caso l’auto-bomba genera panico, insicurezza. Nel 1983 è stata simbolicamente utilizzata contro l’occidente – Beirut 1983 – Il giorno del cambiamento. Recentemente la CNN esattamente il 18 luglio 2007, presentava i contenuti di un documentario prodotto da un ex agente della CIA, Robert (Bob) Baer, nel quale si poneva l’accento su come questo tipo di arma abbia cambiato i conflitti.

Per le forze armate, ma anche per le forze di polizia o di sicurezza non è facile individuare questa arma. Il più delle volte è troppo tardi. Ne sanno qualche cosa i soldati impiegati in Iraq, tra le strade delle grandi città, i ceck-point.

Distinguere un auto-bomba in un grande parcheggio, affollato non è sempre facile se non impossibile. Il prodotto finito è quindi quasi impossibile da trovare. A questo punto è la prevenzione, sono i servizi di intelligence una delle contromisure che possono essere efficaci; auto rubate, intercettazione di materiali esplosivi, osservazione di sospetti, sono alcune delle misure proponibili. Bear ne è sicuro l’auto-bomba è, e sarà, l’arma del prossimo futuro.

Advertisements
%d Bloggern gefällt das: